Art. 3 – Codice Deontologico Agenti Immobiliari

(Approvato in data 30 giugno 2021)

Norme generali di comportamento: doveri

Il MEDIATORE ASSOCIATO deve:

  1. Agire con la diligenza e la cura del buon padre di famiglia, secondo i princìpi morali di lealtà e di fedeltà nei confronti dell’Associazione Territoriale di appartenenza, della Federazione Nazionale, dei Colleghi e della Clientela, rispettando le regole ed i canoni di correttezza e di professionalità;
  2. Agire sempre nel rispetto delle leggi in generale ed in particolare di quelle che regolano l’attività di mediazione, dando prova al Cliente, che ne faccia richiesta, di essere regolarmente abilitato all’esercizio dell’attività di mediazione e di essere dotato di copertura assicurativa contro i rischi professionali;
  3. Richiedere e rispettare rigorosamente il segreto professionale ed esigere che questo venga osservato anche da parte di Collaboratori, Dipendenti e Colleghi che lo coadiuvano nello svolgimento dell’attività;
  4. Osservare attentamente le normative vigenti sulla Tutela dei Dati Personali (privacy) e sull’Antiriciclaggio e Antiterrorismo, curando in particolare la formazione non solo propria, ma anche dei propri Collaboratori e Dipendenti, affinché costoro acquisiscano le cognizioni e competenze atte a garantire lo svolgimento delle loro funzioni nel rispetto di tali principi e norme;
  5. Essere aggiornato costantemente (formazione permanente) affinché la propria prestazione professionale possa essere sempre qualificata e competente;
  6. Agire sempre con trasparenza, privilegiando l’interesse delle parti ed evitando di creare pregiudizio alla dignità della professione;
  7. Astenersi dall’adottare forme di pubblicità inidonee o ingannevoli, comunicando sempre al proprio Cliente i dati e/o le notizie in proprio possesso necessari per valutare correttamente un prodotto, un’attività o un servizio;
  8. Evitare di essere associato a dichiarazioni, comunicazioni o informative, a chiunque indirizzate, che non rispondano a verità, ovvero contengano informazioni non corrette o fuorvianti, ovvero omettano informazioni determinanti ai fini di consentire al cliente di valutare compiutamente ogni singolo affare proposto;
  9. Conoscere approfonditamente il mercato di riferimento, le norme e le prassi che lo regolamentano, evitando di accettare incarichi in settori nei quali non abbia una adeguata competenza;
  10. Dotarsi di una organizzazione imprenditoriale coerente con le necessità richieste dalla tipologia di prestazioni offerte ai Clienti, verificando costantemente che anche i propri collaboratori dispongano della competenza e diligenza richiesta dalla natura dell’attività da essi svolta;
  11. Operare sempre nel rispetto del requisito di imparzialità e indipendenza, evitando ogni situazione di conflitto di interesse;
  12. Adempiere agli obblighi assicurativi previsti dalla legge;
  13. Garantire l’accesso ai propri servizi senza alcuna discriminazione per motivi etnici, politici, razziali, religiosi o per motivi attinenti a disabilità, condizione familiare, orientamento sessuale o identità di genere.