Art. 23 – Codice Deontologico Assistenti Sociali

(Legge 23 marzo 1993, n. 84)

L’esercizio della professione in forma gratuita non è ammesso. Sono fatti salvi casi eccezionali, interventi pro bono chiaramente verificabili e l’esercizio volontario della professione nell’ambito di organizzazioni giuridicamente riconosciute o di tirocini gratuiti svolti sotto la supervisione di un collega.