Art. 38 – Codice Deontologico Assistenti Sociali

(Legge 23 marzo 1993, n. 84)

Gli obblighi in materia di riservatezza e segreto professionale permangono anche quando l’assistente sociale sia stato cancellato dall’Albo o sospeso dall’esercizio della professione. Tali obblighi si applicano ugualmente alle situazioni nelle quali il rapporto professionale si è concluso, anche a seguito del decesso della persona.