Art. 5 – Codice Deontologico Biologi

(Delibera n. 271 del 24 gennaio 2019)

Lealtà e correttezza

1. Il Biologo deve basare sulla lealtà e correttezza i rapporti e lo svolgimento della sua attività nei confronti del proprio Ordine professionale, del cliente, dei colleghi e dei terzi a qualunque titolo coinvolti.
2. Il Biologo non deve, in nessun caso, attribuirsi la paternità del lavoro compiuto da altri. L’inosservanza di tale norma costituisce grave mancanza professionale. Non deve altresì citare o fornire documentazione atta a fare apparire come esclusivamente propria un lavoro realizzato in collaborazione con altri, senza indicarne i nominativi e le specifiche mansioni svolte. Il Biologo non deve presentare come risultati delle proprie ricerche quelli dovuti alle ricerche di altri, ancorché ancora non resi pubblici.
3. Il Biologo può utilizzare il titolo accademico di professore solo se sia professore ordinario o associato all’interno del sistema universitario italiano o straniero ai sensi delle vigenti disposizioni di legge, oppure se sia professore di ruolo in istituti secondari di primo e secondo grado.

NOTE

SINTESI