Art. 16 – Codice Deontologico Chimici

(Approvato in data 11 ottobre 2018)

Certificazione della prestazione professionale

  1. Gli atti professionali sono formulati dal professionista in modo chiaro, completo e tale da non prestarsi a equivoche interpretazioni o utilizzi impropri.
  2. Per la stesura dei certificati analitici il professionista si attiene alle norme vigenti ed alle Linee guida di indirizzo della Federazione Nazionale degli Ordini dei Chimici e dei Fisici garantendo, sempre e comunque, per qualunque prestazione la qualità della prestazione stessa.
  3. Allo scopo di attestare l’autenticità degli atti professionali sono istituiti la “firma digitale qualificata” e il “sigillo professionale” come previsto dall’art.2 comma 7 del D.M. 23 marzo 2018. L’utilizzo degli stessi deve avvenire in conformità alle disposizioni emanate dalla Federazione Nazionale degli Ordini dei Chimici e dei Fisici