Art. 13 – Codice Deontologico Guardia di Finanza

(Approvato in data 29 aprile 2016)

Contratti ed altri atti negoziali

  1. Fatti salvi i casi in cui l’Amministrazione si avvalga di attività di intermediazione professionale, l’appartenente alla Guardia di Finanza, nell’ambito dell’attività negoziale svolta per conto del Corpo, non ricorre ad alcun tipo di mediazione né la remunera.
  2. L’appartenente al Corpo:
    a. non conclude, per conto dell’Amministrazione, contratti di appalto, fornitura, servizio, finanziamento o assicurazione con imprese con le quali abbia stipulato contratti a titolo privato o ricevuto altre utilità nel biennio precedente, ad eccezione di quelli conclusi ai sensi dell’articolo 1342 del codice civile;
    b. evita di stipulare, direttamente o per interposta persona, contratti di entità significativa, a titolo privato, con persone o imprese, nei confronti delle quali abbia svolto, nel quinquennio precedente, attività autoritativa o negoziale per conto dell’Amministrazione. Qualora per qualsivoglia giustificato motivo ritenga di instaurare siffatti rapporti, ne informa, di norma per iscritto, il proprio superiore.