Art. 17 – Codice Deontologico Ostetrica

(Approvato in data 19 giugno 2010)

Rifiuto o rinunzia di prestazione professionale

Ogni persona capace di agire ha il diritto di rifiutare, in tutto o in parte, con le stesse forme di cui al comma 2 dell’art. 16 del presente Codice, qualsiasi accertamento diagnostico o trattamento sanitario indicato dall’ostetrica/o per la sua assistenza sanitaria o singoli atti di questo. Ha, inoltre, il diritto di revocare in qualsiasi momento, con le stesse forme di cui sopra, il consenso prestato, anche quando la revoca comporti l’interruzione del trattamento.
L’ostetrica/o è tenuta a rispettare la volontà espressa dalla persona assistita di rifiutare il trattamento sanitario o di rinunziare al medesimo e, in conseguenza di ciò, è esente da responsabilità civile, penale, amministrativa, contabile e disciplinare.