Art. 8 – Codice Deontologico Periti Industriali

(Approvato in data 24 gennaio 2013)

Il perito industriale e il perito industriale laureato non deve utilizzare la propria posizione professionale per scopi contrari alle presenti Norme, neppure al di fuori dell’esercizio della professione.
Il professionista, iscritto all’albo dei periti industriali e dei periti industriali laureati, deve utilizzare il titolo professionale di “perito industriale” con l’abbreviazione “per. ind.”. Il titolo professionale di “perito industriale laureato” e l’uso dell’abbreviazione “dott. per. ind.”, spetta all’iscritto all’albo laureato secondo le norme dell’ordinamento.
È escluso l’uso di titoli di altra natura, senza inerenza con la propria attività professionale, che, affiancati al titolo professionale, possano essere causa di una inesatta informazione della condizione soggettiva del professionista, influendo impropriamente sul mercato dei servizi tecnici.