Art. 19 – Codice Deontologico Psicologi Italiani

(Approvato in data 17 gennaio 1998)

Lo psicologo che presta la sua opera professionale in contesti di selezione e valutazione è tenuto a rispettare esclusivamente i criteri della specifica competenza, qualificazione o preparazione, e non avalla decisioni contrarie a tali principi.