Art. 30 – Codice Deontologico Psicologi Italiani

(Approvato in data 17 gennaio 1998)

Nell’esercizio della sua professione allo psicologo è vietata qualsiasi forma di compenso che non costituisca il corrispettivo di prestazioni professionali.