Art. 38 – Codice Deontologico Psicologi Italiani

(Approvato in data 17 gennaio 1998)

Nell’esercizio della propria attività professionale e nelle circostanze in cui rappresenta pubblicamente la professione a qualsiasi titolo, lo psicologo è tenuto ad uniformare la propria condotta ai principi del decoro e della dignità professionale.